venerdì 5 febbraio 2016

Il podio dei BLEAH! #Gennaio

Ad un anno dall'apertura del Blog mi sono resa conto che non ho MAI scritto un post parlando male di qualche prodotto, nessun bocciato tra le mie pagine. Sembra quasi che io non sbagli mai un colpo nei miei acquisti, ma assolutamente non è così! Quindi è arrivato il momento di condividere tutti gli "schifi" con cui ho avuto a che fare. Dopo la rubrica, condivisa con tutta la Tribù degli Wow, degli Wow del mese, nasce Il Podio dei Bleah! Elenco di 5 prodotti ai quali ho detto NO! Non ci siamo proprio! Curiose? Partiamo!

1 - Il mio primo Bleah in assoluto (e mi dispiace un pò ma non posso farne a meno) devo affibbiarlo ad uno smalto Chanel, il numero 573 Accessoire, un rosso scuro tendente al Marsala davvero niente male. Uno dei regali di compleanno del mio fidanzato. Ma ragazze...NON DURA! Il colore è pieno, brillante, due passate ed è lucidissimo, ma non c'è versi, vi lavate le mani due volte e si sfoglia via dalle vostre unghie. Domenica scorsa avevo deciso di dargli un'ulteriore chance. Risultato: salita in auto non avevo più lo smalto su uno dei due indici, TOTALMENTE. Avevo la pellicola di smalto intatta su una gamba. Ho provato di tutto, a limare l'unghia, a togliere la lucidità della superficie, ho provato varie basi, vari top coat ma niente. Quindi, Bleah!!!



2 - Il secondo bocciato è assolutamente il solvente per smalto di Cien. Si ok, è comodo perchè ha l'erogatore a stantuffo sul quale poggiare il batuffolo di cotone, si ok, è economico, facile da reperire e soprattutto senza acetone ma PUZZA terribilmente. Non riesco ad usarlo, è un odore troppo forte di chimico che mi dà subito alla testa. No, bocciato!


3 - Su questo bocciato io avevo puntato tutto comprandone addirittura due confezioni. Avevo uno sconto di quelli che Bottega Verde ci invia molto spesso e ne avevo approfittato per fare scorta di alcuni prodotti che uso abitualmente e in più avevo visto che questa Maschera Peel Off all'acido glicolico era al prezzo stracciato di 4,90 Euro. L'idea del peel off mi entusiasmava, il dover rimuovere la maschera "sfogliandola" via dalla faccia mi dava la sensazione di funzionare. Ma NO! Una consistenza siliconica fastidiosissima, lo stesso risultato ottenibile se ci spalmiamo sulle guance il Vinavil (chi non lo ha mai fatto all'asilo non può capire...). Asciuga con difficoltà e in molto tempo ed è difficile rimuovere peel off un prodotto ancora appiccicaticcio, cola di brutto rendendo impossibile aspettare che asciughi stando comodamente seduti per esempio sul divano...insomma Bleah, dai...non ci siamo!


4 - I prossimi Bleah sono culinari e il primo dei due sono le Vegetable Chips della Kettle. Si tratta di sfoglie di rapa rossa, carota e pastinaca in versione "patatina fritta". Uno snack da aperitivo senza troppi rimorsi di coscienza. Mi sono lasciata tentare ma non sono niente di che. Io e Andrea ce ne siamo mangiati mezza busta litigandoci le carote che sono quelle che hanno più sapore e abbiamo accantonato il resto. Non credo nè che le finiremo, nè che le riacquisteremo, ne sono certa!



5 - Il secondo Bleah versione cibo e anche l'ultimo di questo mese è la salsa per insalate al Blue Cheese della Heinz. Essendo patita di insalate ricche e di formaggi l'ho acquistata al volo ma ragazzi, PUZZA DI PIEDI. A mio parere puzza di piedi e non riesco a mandarla giù...le darò un'ultima possibilità stasera provandola sugli hamburger ma per ora è un bleah assicurato!


E i vostri Bleah? Avete già provato qualcuno di questi appena elencati? Fatemi sapere cosa ne pensate e non dimenticatevi di iscrivervi al Blog per continuare a seguirmi.
Vi mando un bacio e ci vediamo al prossimo post!